Ultima modifica: 19 Dicembre 2020

Adesso parlo io …….. un bambino di 8 anni.

Anno 2020 = COVID19 ….. sarà per sempre ricordato così.
Quante parole, quante raccomandazioni, quante ansie, quante opinioni, quante disposizioni, quante rinunce, quante trasgressioni.
Social e media ci bombardano ancora di notizie, informazioni, provvedimenti, statistiche, avvertimenti, consigli ma quanto ci siamo soffermati ad ascoltare come un bambino stia vivendo tutto questo?
Quali emozioni prova, cosa pensa, cosa vede, cosa registra nella “sua dimensione”, cosa immagina, cosa “sente” senza l’intermediazione dell’adulto?
E.P. , un alunno della nostra scuola, ha spontaneamente e ripetutamente chiesto di parlare con la Dirigente Scolastica perché desideroso di raccontare la sua esperienza, vista con i suoi occhi di bimbo “emotivamente grande e razionalmente piccolo”, con la sua curiosità, la sua pazienza, le sue paure, la sua rabbia, con la “sua tosse stizzosa” per la superficialità e la noncuranza degli “altri” che con i loro irresponsabili comportamenti non ci permettono di uscirne fuori e di riprendere a vivere serenamente la “ preziosità della normalità”.

This image requires alt text, but the alt text is currently blank. Either add alt text or mark the image as decorative.

Grazie E. , contagio zero della nostra scuola e voce decontaminata della verità che affiora solo nella saggezza della percezione semplice del tuo essere “meravigliosamente bambino”.

 

 

 




Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie. No, dammi maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi