Ultima modifica: 23 dicembre 2016

Patto di corresponsabilità

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ SCUOLA –  FAMIGLIA – ALUNNI

(DPR 249/1998; Art. 3 DPR 21 novembre 2007, n. 235; Regolamento d’Istituto)

Il Patto Educativo di Corresponsabilità ha l’obiettivo esplicito di definire in maniera chiara e condivisa i diritti e i doveri nel rapporto tra l’istituzione scolastica, le famiglie e gli alunni. Si basa su un positivo dialogo fra tutti i soggetti coinvolti per una responsabile crescita qualitativa tesa a garantire il successo educativo-formativo e a prevenire i disagi e gli insuccessi.
E’ un insieme di principi, di regole e di comportamenti che ciascuna delle parti si impegna a rispettare per una efficace realizzazione del comune progetto educativo.
(in base all’Art. 3 DPR 235/2007)

DIRITTI E DOVERI DI ALUNNI, DOCENTI, GENITORI

IL PATTO DI CORRESPONSABILITÀ

Costituisce
La dichiarazione esplicita dell’operato della scuola Consigli d’Intersezione

Coinvolge 
Consigli d’Interclasse
Insegnanti
Genitori
Alunni
Enti esterni che collaborano con le scuole

Impegna
I docenti
Gli alunni
I genitori

TERMINI DEL PATTO DI CORRESPONSABILITA’

I DOCENTI
Al fine di garantire itinerari di apprendimento che siano di effettiva soddisfazione del diritto allo studio
SI IMPEGNANO NEI CONFRONTI DEGLI ALUNNI A
– creare un ambiente educativo sereno e rassicurante;
– favorire momenti di ascolto e di dialogo;
– incoraggiare gratificando il processo di formazione di ciascuno;
– rispettare la cultura e la religione delle famiglie e degli studenti;
– favorire l’accettazione dell’”altro”e la solidarietà;
– rispettare i tempi e i ritmi degli apprendimento;
– attivare percorsi di studio che garantiscano la prevenzione del disagio e della dispersione;
– essere puntuali alle lezioni, precisi nella consegna di progettazioni,verbali e in ogni adempimento previsto dalla scuola;
– sorvegliare gli alunni in classe, durante la ricreazione,durante l’entrata e l’uscita;
– non abbandonare la classe senza aver dato avviso al Dirigente Scolastico o ad un suo collaboratore;
– osservare le norme del Regolamento d’Istituto;
– favorire la piena integrazione degli alunni diversamente abili attraverso lo sviluppo delle loro potenzialità, autonomie e capacità relazionali;
– promuovere iniziative di accoglienza e integrazione degli studenti stranieri attraverso l ‘acquisizione della lingua, la conoscenza, la decodificazione dell’ambiente circostante e la positività dei rapporti relazionali;
– promuovere le motivazioni all’apprendere;
– far acquisire una graduale consapevolezza delle proprie capacità per affrontare, con sicurezza, i nuovi apprendimenti;
– rendere l’alunno consapevole degli obiettivi e dei percorsi operativi;
– favorire l’acquisizione ed il potenziamento di abilità cognitive e culturali che consentano la rielaborazione dell’esperienza personale;
– favorire un orientamento consapevole e positivo delle scelte relative al curricolo opzionale;
– concordare, nel gruppo d’insegnamento, i compiti pomeridiani da assegnare per non aggravare l’alunno;
– comunicare costantemente con la famiglia, informandola sull’andamento didattico- disciplinare degli studenti; -rispettare e fare rispettare le norme di comportamento, i regolamenti e i divieti, in particolare relativamente all’utilizzo di telefonini e altri dispositivi elettronici;
– pubblicizzare i quadri orari delle attività giornaliere per consentire, all’alunno, di selezionare gli strumenti di lavoro;
– rispettare i tempi di pausa tra le unità di apprendimento.

GLI ALUNNI
Al fine di promuovere la preparazione ed assolvere ai propri compiti sociali
SI IMPEGNANO A
– conoscere e rispettare il Regolamento d’Istituto;
– essere puntuali alle lezioni e frequentare con regolarità;
– lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente;
– rispettare le diversità personali, culturali e la sensibilità altrui;
– essere cooperativi nei gruppi di compito, di livello ed elettivi;
– prendere coscienza dei personali diritti-doveri;
– rispettare persone, ambienti, attrezzature;
– usare un linguaggio consono ad un ambiente educativo nei confronti dei docenti, dei compagni, del personale ausiliario;
– adottare un comportamento corretto ed adeguato alle diverse situazioni;
– attuare comportamenti più adeguati alla salvaguardia della sicurezza propria e degli altri in condizioni ordinarie e straordinarie di pericolo;
– mettere in atto un atteggiamento responsabile nell’esecuzione dei compiti richiesti;
– accettare, rispettare, aiutare gli altri ed i diversi da sé comprendendo le ragioni dei loro comportamenti;
– svolgere in modo adeguato il lavoro a casa, studiando le lezioni, eseguendo le esercitazioni richieste e consegnandole puntualmente;
– in caso di assenza, informarsi degli argomenti svolti e dei compiti assegnati;
– rispettare le norme di comportamento, i regolamenti e i divieti, in particolare relativamente all’utilizzo di telefonini e altri dispositivi elettronici;

I GENITORI
per una proficua collaborazione Scuola-famiglia
SI IMPEGNANO AD ASSICURARE
– conoscere l’Offerta Formativa della scuola;
– rifondere i danni arrecati per dolo o per comportamenti colposi;
– osservare le norme del Regolamento d’Istituto;
– costruire un dialogo costruttivo con l’Istituzione;
– rispettare le scelte educative e didattiche condivise;
– assumere atteggiamenti di proficua e reciproca collaborazione con i docenti;
– assumere atteggiamenti di rispetto, di collaborazione, di solidarietà nei confronti dell’”altro;
– rispettare l’orario d’entrata e d’uscita;
– garantire una frequenza assidua delle lezioni;
-seguire l’andamento didattico-disciplinare dei figli;
– controllare quotidianamente il materiale scolastico necessario;
– partecipare agli incontri periodici Scuola-famiglia e alle riunioni istituzionali;
– assicurare l’esecuzione dei compiti assegnati ai propri figli;
– controllare con regolarità il diario del proprio figlio;
-informare l’Istituzione Scolastica in merito a particolari patologie da cui è affetto lo studente, che potrebbero manifestarsi durante le attività didattiche e fornire per iscritto informazioni dettagliate in merito alla somministrazione di farmaci.

Il Dirigente Scolastico
Prof. Rosaria Maltese
Firma autografa
sostituita a mezzo stampa
ai sensi e per gli effetti
dell’ar.3 c0.2 Dls n.39/93

Firma del genitore per accettazione
per quanto riguarda il proprio ruolo




Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie. No, dammi maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi