Ultima modifica: 7 Marzo 2016

La settimana digitale e il pensiero computazionale.

     L’Ora del Codice, in inglese “The Hour of Code”, è un’iniziativa nata negli Stati Uniti nel 2013 per far sì che ogni studente, in ogni scuola del mondo, possa svolgere almeno un’ora di programmazione con programmi semplici, divertenti ed evoluti come “python”. Allo stesso modo oggi il MIUR, all’interno del programma “Labuonascuola”, ha avviato un’iniziativa con l’obiettivo di introdurre e formare gli studenti ai concetti base dell’informatica.

    L’obiettivo dell’iniziativa non è quello di far diventare tutti dei programmatori informatici, ma diffondere conoscenze scientifiche di base per la comprensione della società moderna. Capire i principi alla base del funzionamento dei sistemi, della tecnologia informatica e di molti altri aspetti scientifici della realtà. La conoscenza dei concetti fondamentali dell’informatica aiuta a sviluppare la capacità di risoluzione di problemi e la creatività.

     Giorno 9/12/2015 in occasione della settimana digitale, tutti gli insegnati del circolo didattico hanno partecipato al primo incontro di formazione sul pensiero computazionale (coding). Il corso è stato curato dall’Associazione “Palestra per la mente” e curato dal prof. Alessio Vasta. (L’associazione “Palestra per la mente” è partner per la provincia di Catania della European CodeWeek​,e svolgerà tale attività in coincidenza con la settimana dell’iniziativa europea (dal 10 al 18 ottobre)).
L’implementazione del
coding nella didattica sia per i docenti che per gli alunni sarà uno dei punti del nostro PTOF (piano triennale dell’offerta formativa) con l’utilizzazione di Cody & Roby (come attività da svolgere senza computer rivolta a bambini dei primi anni della primaria), Code.org (corsi da svolgere online creati per bambini dalla terza elementare in su) e Scratch (linguaggio visuale per imparare a pensare in modo creativo, ragionare in maniera sistematica e lavorare in modo collaborativo) ed infine Python, che è un vero linguaggio di programmazione che parte da zero fino a livelli aerospaziali, già sperimentato con successo dalla didattica americana.

 




Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie. No, dammi maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi